gototopgototop
  1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>
Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero DENTAL FACIAL CENTER  - Dr.ssa Anna Maria Ruggiero

Disturbi del sonno

La Roncopatia o patologia da russamento è una malattia molto diffusa che causa disagi non solo al diretto interessato ma anche alle persone che lo circondano. Molte sono le cause che la determinano e tra queste le più frequenti sono: obesità, ipertrofia dell’ugola e del palato molle, ipertrofia tonsillare, ostruzione respiratoria nasale (deviazione del setto nasale, ipertrofia dei turbinati e alterazioni dello scheletro cranio-facciale. Il "russare" è causato dalla vibrazione del palato molle che si accolla alla parete posteriore del mesofaringe durante gli atti respiratori. Per tale meccanismo si viene a creare un vero e proprio circolo vizioso per cui il russamento crea dei micro traumi sulla muscolatura e mucosa del palato molle, per cui nel corso del tempo il palato si allunga sempre di più fino a determinare le apnee ostruttive del sonno (scientificamente chiamate OSAS). L’inevitabile evoluzione naturale di questa malattia porta a problemi ben più gravi del semplice "russare", infatti, l’insufficienza cardiaca ed ipossia cerebrale sono tra le complicanze più severe che si possono presentare in questi soggetti.

SINTOMI

Il paziente affetto da tale patologia generalmente presenta altri sintomi associati: sonnolenza, cefalea, svogliatezza, facile affaticabilità, stanchezza, bocca asciutta, alitosi, faringite cronica talvolta associata a episodi di laringite, cardiopatia, disturbi della sfera sessuale (diminuita libido, impotenza) e disordini ormonali. Cefalea, sonnolenza, stanchezza sono determinati dal fatto che il paziente affetto da tale patologia ha, durante la notte, delle crisi apnoiche che interrompono le normali fasi del sonno, quindi pur dormendo non riesce a riposare. E’ facile intuire che la sensazione di avere la bocca asciutta, la faringite cronica e gli episodi di laringite sono determinati dalla cattiva respirazione nasale, dal passaggio dell’aria direttamente dalla bocca.

TERAPIA

La terapia è chirurgica. Nei casi di ipertrofia dell’ugola e del palato molle l’intervento proposto è quello denominato "uvulopalatoplastica", spesso è necessario ristabilire una corretta respirazione nasale, per ottenere ciò è necessario associare una decongestione dei turbinati, settoplastica o entrambi. Nei casi di obesità è utile perdere i chili in eccesso. Lo stato dell’arte nel trattamento di questi pazienti prevede l’uso del bisturi a Radio Frequenza, nuovissima tecnologia che utilizza radio onde a 4 Mhz. Questo particolare bisturi riesce a fare taglio, ed emostasi in contemporanea, senza danneggiare i tessuti circostanti. Con questo strumento, in anestesia locale in ambulatorio, viene asportata l’ugola e vengono praticate delle infissioni sottomucose nel palato molle che determinano un accorciamento dello stesso ed un suo aumento di tono. Nella stessa seduta è possibile decongestionare i turbinati nasali con lo stesso strumento, migliorando la respirazione nasale. Questa procedura quasi sempre risolve il problema fin dalla prima seduta, talvolta, in pochi casi, è necessario ripetere una applicazione a distanza di alcuni mesi.

Trattamenti

Le sedi